The advance treatment provisions: right to health self-determination and appointment of the trustee
 
More details
Hide details
1
Università degli Studi di Bari Aldo Moro – Italia
Publication date: 2020-02-06
 
JoMS 2019;43(4):53–58
KEYWORDS
ABSTRACT
The early treatment provisions are declarations of intent with which an adult and capable of discernment shall deliver its informed consent or dissent in general medical treatment, an inspection diagnostic, therapeutic and choices to individual medical treatment, anticipation of a possible future inability to self-determination. In content of the declaration, the declarant may designate a person of his trust, which was responsible for keep your future relationships with the medical staff.
METADATA IN OTHER LANGUAGES:
Italian
Le disposizioni anticipate di trattamento: diritto all’autodeterminazione sanitaria e nomina del fiduciario
Disposizioni anticipate di trattamento – Autodeterminazione sanitaria – contenuto della dichiarazione – effetti futuri
Le disposizioni anticipate di trattamento sono dichiarazioni di volontà con cui una persona maggiorenne e capace d’intendere e di volere esprime il proprio consenso o dissenso informato a trattamenti sanitari generici, ad accertamenti diagnostici, a scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari, in previsione di una sua eventuale futura incapacità di autodeterminarsi. Nel contenuto della dichiarazione, il dichiarante può designare una persona di sua fiducia, incaricata di tenere i futuri rapporti con il personale medico-sanitario.
 
REFERENCES (12)
1.
Arfani, A. (2018), Disposizioni anticipate di trattamento e ruolo del fiduciario, Dir. fam., p. 815 ss.
 
2.
Baldini, G. (2018), L. n. 219/2017 e Disposizioni anticipate di trattamento (DAT), Fam . dir., p. 805 ss.
 
3.
Calvo, R. (2018), La nuova legge sul consenso informato e sul c.d. biotestamento, Studium Iuris, pp. 689-691.
 
4.
Carusi, D. (2018), La legge “sul biotestamento”: una luce e molte ombre, Corr. giur., p. 297.
 
5.
De Filippis, B. (2018), Biotestamento e fine vita. Nuove regole nel rapporto medico-paziente: informazioni, diritti, autodeterminazione, Milano, Wolters Kluwer-Cedam, p. 120. ISBN 9788813365110.
 
6.
Delle Monache, S. (2018), La nuova disciplina sul “testamento biologico” e sul consenso ai trattamenti medici, in Riv. dir. civ., p. 997 ss.
 
7.
Parente, F. (2012), La fisicità della persona e i limiti alla disposizione del proprio corpo, in Gisella G. e Parente F., Persona fisica, in Tratt. dir. civ. CNN Perlingieri, II, 1, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, p. 482. ISBN 9788849523133.
 
8.
Parente, F. (2015), Il testamento di vita, in Calvo R. e Perlingieri G. (a cura di), Diritto delle successioni e delle donazioni, II, 2ª ed., Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, p. 869 ss.
 
9.
Romano, C. (2018a), Legge in materia di disposizioni anticipate di trattamento: l’ultrattività del volere e il ruolo del notaio, in Notariato, p. 7.
 
10.
Romano, C. (2018b), Le disposizioni anticipate di trattamento, Studio n. 136-2018/C, in CNN Notizie, 5 dicembre 2018, n. 221, p. 16 ss.
 
11.
Verdicchio, V. (2017), Testamento biologico e consenso informato (aspetti delle decisioni di fine vita nel diritto italiano tra jus conditum e jus condendum), in Dir. succ. fam., 2, p. 637 ss.
 
12.
Zatti, P. (2018), Spunti per una lettura della legge sul consenso informato e DAT, in Nuova giur. civ. comm., p. 247.
 
eISSN:2391-789X
ISSN:1734-2031